Di seguito sono elencate le attività da eseguire prima dell'aggiornamento da Microsoft Live@edu a Microsoft Office 365 per l'istruzione. Si consiglia di iniziare non appena si riceve la notifica che autorizza la scuola a iniziare l'aggiornamento:

1. Aggiornamento delle informazioni di contatto e della pagina del profilo dell'istituto

2. Aggiornamento dell'URL utilizzato per accedere alla posta elettronica

3. Se si sta utilizzando il Toolkit SSO, eseguire un aggiornamento e sviluppare un piano per  Single Sign-On utilizzando la federazione

4. Pianificazione delle modifiche di provisioning o sincronizzazione

5. Documentazione delle impostazioni di Exchange Online per Live@edu

6. Preparazione degli utenti all'aggiornamento

1. Aggiornamento delle informazioni di contatto e della pagina del profilo dell'istituto

Effettuare l'accesso al Service Management Portal, fare clic su Institution profile (Profilo istituto) e aggiornare le informazioni:

  • Verificare che gli indirizzi di posta elettronica specificati per contattare l'amministratore e per le notifiche di importanza critica siano aggiornati e che includano gli indirizzi di posta elettronica al di fuori dei domini di Live@edu.
  • Verificare che i dati del profilo dell'istituto siano accurati e privi di errori.

2. Aggiornamento dell'URL utilizzato per accedere alla posta elettronica

Dopo l'aggiornamento, gli utenti non potranno più accedere alla posta elettronica dall'indirizzo http://outlook.com. Per far sì che possano continuare ad accedervi utilizzando lo stesso URL prima e dopo l'aggiornamento, aggiornare subito l'URL di accesso alla posta elettronica eseguendo una delle seguenti operazioni:
  •  Utilizzare un record CNAME per creare un URL specifico del dominio, ad esempio http://mail.contoso.edu/.
    • Se è già stato configurato un record CNAME con www.outlook.com come destinazione, questo record CNAME continuerà a funzionare anche dopo l'aggiornamento. Il record CNAME con www.outlook.com come destinazione funzionerà anche se l'utente non può accedere direttamente all'indirizzo http://outlook.com/.
    • Se non è ancora stato configurato un record CNAME, è possibile configurarne uno ora: il record è identico per Live@edu e Office 365.
    • Per ulteriori informazioni sulla creazione di un record CNAME, vedere URL personalizzato utilizzando un record CNAME in Live@edu.
  • Invitare gli utenti a passare all'utilizzo di https://www.outlook.com/[DOMINIO] per Outlook Web App, poiché questo URL funzionerà sia prima che dopo l'aggiornamento.

3. Se si sta utilizzando il Toolkit SSO, eseguire un aggiornamento e sviluppare un piano per Single Sign-On utilizzando la federazione

Se si utilizza il Toolkit SSO di Live@edu, è necessario apportare le seguenti modifiche:

  • Aggiornare il Toolkit SSO alla versione 4.5.
    • Questa operazione non inciderà in alcun modo sugli utenti prima dell'aggiornamento e renderà disponibile l'accesso Single Sign-On per Outlook Web App a tutti gli utenti durante e dopo l'aggiornamento.
    • Importante: Se non si aggiorna il Toolkit SSO prima dell'aggiornamento a Office 365, il Toolkit SSO smetterà di funzionare in modo parziale durante la procedura di aggiornamento e gli utenti dovranno utilizzare l'account e la password Live@edu per accedere a Office 365. Aggiornare il Toolkit SSO prima dell'aggiornamento a Office 365 consentirà di evitare la sospensione di tutti i servizi Single Sign-On per un dato periodo di tempo.
  • Prepararsi per implementare la federazione.
    • Il Toolkit SSO aggiornato sarà supportato in Office 365 fino al 31 dicembre 2014. Dopodiché, sarà necessario implementare la federazione per continuare a utilizzare le funzionalità Single Sign-On.
    • L'implementazione della federazione richiede tempo e preparazione, perciò si consiglia di iniziare a pianificarla fin da ora.

Se non si utilizza il Toolkit SSO e si desidera che gli utenti possano accedere sia alla soluzione locale che a Office 365 utilizzando le stesse credenziali, è possibile utilizzare la federazione delle identità in Office 365.

Per informazioni dettagliate sull'aggiornamento del Toolkit SSO e la pianificazione della federazione, vedere Single Sign-On.   

4. Pianificazione delle modifiche di provisioning o sincronizzazione

Le attività da eseguire variano a seconda del metodo di provisioning degli utenti in uso.

Se il provisioning degli utenti viene effettuato tramite MAv3 o l'SDK di Windows Live Admin Center

  • Importante: A seconda dell'area geografica, il supporto per MAv3  e l'SDK di Windows Live Admin Center con Live@edu sono terminati il 20 aprile 2013  o termineranno il 27 maggio 2013. MAv3 e l'SDK di Windows Live Admin Center non sono supportati in Office 365 e smetteranno di funzionare all'inizio dell'aggiornamento a Office 365, anche se l'aggiornamento viene avviato prima del 27 maggio 2013.
  • Prepararsi alle modifiche di provisioning in Office 365 consultando la sezione seguente.

Se si effettua il provisioning degli utenti mediante la sincronizzazione con la directory locale, il Pannello di controllo di Exchange o Windows PowerShell

  • Se si effettua il provisioning tramite la sincronizzazione con la directory locale, tenere conto che gli strumenti per la sincronizzazione della directory di Office 365 sono diversi. Per ulteriori informazioni, vedere Opzioni di sincronizzazione della directory.
  • Se si effettua il provisioning degli utenti tramite il Pannello di controllo di Exchange, è possibile creare utenti tramite la pagina Amministratore del Portale di Office 365 oppure continuare a utilizzare il Pannello di controllo di Exchange. Per ulteriori informazioni sull'impostazione di account utente tramite la pagina Amministratore del Portale di Office 365, vedere Account e autorizzazioni utente.
  • Se si effettua il provisioning utilizzando Windows PowerShell, esaminare le modifiche a Windows PowerShell.

Nota:   quando si aggiungono nuove cassette postali in Office 365 tramite il Pannello di controllo di Exchange o Windows PowerShell in Exchange Online, è inoltre necessario assegnare una licenza di Office 365 per ciascuna cassetta postale. Per ulteriori informazioni sulle licenze, vedere Gestione delle licenze.

5. Documentazione delle impostazioni di Exchange Online per Live@edu

In Office 365 svariate funzionalità di Microsoft Exchange Online sono diverse rispetto a Live@edu, per via dei dettagli del piano di servizio. Se si utilizzano criteri di supervisione o si dispone di criteri di assegnazione dei ruoli personalizzati, utilizzare le informazioni presenti in Differenze di Exchange Online per documentare le impostazioni in modo da poterle creare nuovamente dopo l'aggiornamento.

6. Preparazione degli utenti all'aggiornamento

Informare gli utenti sulle seguenti novità.

  • Consultare Requisiti software relativi a Office 365, quindi, se necessario, aggiornare i desktop. La differenza principale riguardo ai requisiti è che Internet Explorer 6 e Internet Explorer 7 non sono supportati.
  • Comunicare agli utenti che disporranno di due account, pertanto nel portale avverranno le seguenti modifiche:
  • Spiegare agli utenti che devono aggiungere un indirizzo di posta elettronica alternativo per l'account Live@edu, in modo da poter reimpostare la password dell'account Microsoft nel caso in cui, durante o dopo l'aggiornamento, non la ricordassero più. Per informazioni su come aggiungere un indirizzo di posta elettronica alternativo, vedere Perché devo aggiungere informazioni di sicurezza?