Grazie alla sincronizzazione delle directory è possibile continuare a gestire utenti e gruppi in locale e sincronizzare aggiunte, eliminazioni e modifiche nel cloud. La configurazione è tuttavia leggermente complicata e a volte può essere difficile identificare l'origine dei problemi. Niente paura: abbiamo a disposizione tutte le risorse per individuare e risolvere eventuali problemi.

Cause comuni di problemi relativi alla sincronizzazione delle directory

  • Attributi duplicati o non validi. Potrebbe essere necessario correggere i valori di alcuni attributi nella directory locale. Indirizzi SMTP e UPN duplicati o nomi visualizzati vuoti costituiscono alcuni problemi comuni da correggere.
  • Quota oggetti superata. È disponibile una quota oggetti integrata per proteggere il servizio. Se nella directory che deve essere sincronizzata a Office 365 sono presenti troppi oggetti, sarà necessario contattare il supporto per aumentare la quota.

Risoluzione di problemi

Problemi durante l'installazione dello strumento di sincronizzazione delle directory

Per informazioni sui requisiti di sistema per installare lo strumento di sincronizzazione di Windows Azure Active Directory, sulle autorizzazioni necessarie e su come risolvere i problemi più comuni, consultare la pagina How to troubleshoot Windows Azure Active Directory Sync Tool installation and Configuration Wizard error messages in Office 365 (Come risolvere i problemi relativi all'installazione dello strumento di sincronizzazione di Windows Azure Active Directory e i messaggi di errore della Configurazione guidata in Office 365).

Ricezione di una segnalazione di errori nella sincronizzazione delle directory

Potrebbe essere necessario pulire l'istanza locale di Servizi di dominio Active Directory per correggere eventuali attributi che determinano problemi di sincronizzazione. Ecco alcune opzioni per iniziare a utilizzare una soluzione.

È necessario sapere quali attributi sono sincronizzati

Qui è disponibile un elenco di tutti gli attributi sincronizzati in locale e nel cloud.

Impossibile gestire o rimuovere gli oggetti sincronizzati nel cloud

È ora possibile iniziare a gestire oggetti solo nel cloud oppure alcuni oggetti sono stati eliminati in locale, ma sono rimasti nel cloud? Leggere questo articolo del supporto per indicazioni su come risolvere questi problemi.

Ricezione di un messaggio di errore indicante che la società ha superato il numero di oggetti che
possono essere sincronizzati

Qui sono disponibili ulteriori informazioni sul problema. Eseguire i controlli automatici di OnRamp per verificare il numero di oggetti Active Directory locali. Selezionare la sincronizzazione delle directory come opzione di gestione utenti. Verrà verificato se il numero rappresenta un problema. In questo caso, contattare il supporto per richiedere un aumento della quota.

Altre risorse

Strumenti di diagnostica

  • OnRamp: dopo aver risposto ad alcune domande in merito a come configurare l'organizzazione, OnRamp eseguirà controlli automatici nell'ambiente per verificare la preparazione dell'organizzazione locale. Visualizzare i risultati nella categoria users & groups per identificare potenziali problemi con la sincronizzazione delle directory.