Problemi di connessione? In primo luogo, controllare sempre il dashboard sull'integrità dei servizi: se è in corso un problema di servizio, la soluzione non è a portata di mano. Se non sono presenti problemi di servizio, è possibile utilizzare questi suggerimenti di risoluzione per individuare l'origine del problema.

Cause comuni di problemi relativi alla connessione della posta elettronica

  • I record DNS dell'organizzazione non sono configurati. Per ricevere messaggi di posta elettronica, è necessario disporre di un record MX. Per consentire connessioni tramite Outlook, è necessario un record CNAME di AutoDiscover. Con un record SPF le altre organizzazioni sapranno che il messaggio di posta elettronica ricevuto proviene da una fonte attendibile.
  • I record DNS dell'organizzazione devono essere modificati. Se l'organizzazione è stata sottoposta di recente a una migrazione o ha ricevuto un aggiornamento di servizio, potrebbe essere necessario aggiornare i record DNS.
  • I profili Outlook sono configurati per l'utilizzo di un nome server specifico, anziché di AutoDiscover. Microsoft dovrà spostare le cassette postali per eseguire la manutenzione dei data center e gli aggiornamenti di servizio, quindi è necessario che le organizzazioni utilizzino AutoDiscover onde evitare problemi.
  • Versione non supportata di Outlook. La versione di Outlook in uso deve soddisfare i requisiti di Office 365 e includere tutti gli aggiornamenti più recenti. È consigliabile utilizzare Windows Update per essere certi che la versione di Outlook disponga sempre degli aggiornamenti software più recenti.

Risoluzione di problemi

Impossibile inviare messaggi di posta elettronica

Verificare che il record SPF sia presente. Il record SPF viene utilizzato per impedire attacchi di phishing e spoofing. Le organizzazioni che ricevono messaggi di posta elettronica dall'utente potranno verificare la presenza di questo record per essere certi che provengano da una fonte attendibile.

Impossibile ricevere messaggi di posta elettronica

Potrebbe esistere un problema con il record MX. È possibile utilizzare uno strumento online per cercare tutti i record MX associati al dominio (cercare "strumento di ricerca DNS"). Dovrebbe essere visualizzato un record MX per ogni dominio utilizzato per la ricezione della posta. Tale record dovrebbe corrispondere esattamente al record MX visualizzato nell'interfaccia di amministrazione di Office 365. Eventuali record MX "aggiuntivi" potrebbero determinare il recapito dei messaggi in domini errati.

Qui è possibile visualizzare i record MX dell'organizzazione. Selezionare il dominio personalizzato, quindi fare clic su Visualizza impostazioni DNS > Visualizzazione dei record DNS.

Nota: in caso di problemi di ricezione della posta da un solo dominio, è possibile che l'altra organizzazione abbia configurato un connettore per l'invio specifico di messaggi all'utente e abbia stabilito che il connettore debba accedere a uno specifico indirizzo IP. L'organizzazione dovrà aggiornare il connettore per l'utilizzo della risoluzione DNS.

In seguito all'aggiornamento non è possibile connettere Outlook a Exchange Online

Di seguito sono elencate le soluzioni ai problemi più comuni relativi a Outlook. È inoltre possibile utilizzare lo strumento di risoluzione dei problemi di connettività Outlook per cercare una soluzione, incluse anche quelle non indicate di seguito.

Vedere inoltre Risoluzione dei problemi di connessione ad Outlook successivi all'aggiornamento di Office 365.

I problemi di connettività con Outlook possono essere particolarmente frustranti, soprattutto se l'inconveniente si riflette su un gruppo di utenti spazientiti in attesa di una risoluzione immediata. La buona notizia? Mentre il problema viene esaminato, gli utenti possono continuare a connettersi a Outlook Web App per inviare e ricevere messaggi, pianificare riunioni e cercare contatti.

Le cause più comuni alla base di questo problema sono riconducibili a un record DNS AutoDiscover mancante o configurato in modo errato oppure a un profilo Outlook configurato manualmente. Exchange Online supporta la connettività Outlook solo tramite AutoDiscover. Questo record DNS consente l'individuazione automatica della posizione della cassetta postale tramite Outlook. Se il profilo Outlook è configurato per l'utilizzo di un nome server specifico, la connessione potrebbe interrompersi se la cassetta postale viene spostata, ad esempio durante un aggiornamento. Per verificare se si tratta di questo problema e correggerlo, attenersi alla procedura descritta di seguito.

  1. Utilizzare l'Analizzatore connettività remota di Microsoft per testare l'individuazione automatica di un account nell'organizzazione. Se il test ha esito negativo, procedere al passaggio 2. Se ha esito positivo, procedere al passaggio 3.
  2. Configurare (o correggere) il record CNAME per l'individuazione automatica. La configurazione è illustrata nelle impostazioni DNS del dominio. Seguire quindi i passaggi per configurare la posta elettronica in Outlook 2010 oppure Outlook 2013.
  3. Tentare di correggere l'account. Passare a Impostazioni account in Outlook, selezionare l'account Office 365 e quindi fare clic su Correggi. Creare un nuovo profilo Outlook solo in ultima istanza.
  4. Verificare che la versione di Outlook in uso soddisfi i requisiti di Office 365 e includa tutti gli aggiornamenti più recenti.

Per la procedura dettagliata, vedere Correggere le impostazioni DNS e di individuazione automatica.

La connessione di Outlook si è interrotta all'improvviso

Di seguito sono elencate le soluzioni ai problemi più comuni relativi a Outlook. È inoltre possibile utilizzare lo strumento di risoluzione dei problemi di connettività Outlook per cercare una soluzione, incluse anche quelle non indicate di seguito.

Sono numerose le cause possibili alla base di questo problema. Di seguito sono indicate le soluzioni più comuni.

  • Outlook utilizza un processo denominato AutoDiscover che consente di individuare automaticamente le impostazioni e configurare una connessione Exchange all'account. Se il profilo Outlook è configurato per l'utilizzo di un nome server specifico, anziché di AutoDiscover, la connessione potrebbe interrompersi se la cassetta postale viene spostata. Verificare di aver configurato il record CNAME per l'individuazione automatica. La configurazione è illustrata nelle impostazioni DNS del dominio. Seguire quindi i passaggi per configurare la posta elettronica in Outlook 2010 oppure Outlook 2013.
  • Verificare che la versione di Outlook in uso soddisfi i requisiti di Office 365 e includa tutti gli aggiornamenti più recenti.
  • Tentare di correggere l'account. Passare a Impostazioni account in Outlook, selezionare l'account Office 365 e quindi fare clic su Correggi.
  • Se i problemi con Outlook persistono, seguire questi passaggi di risoluzione dei problemi.

È stato aggiunto un dominio personalizzato, ma i messaggi inviati all'indirizzo specificato non vengono recapitati

  1. Verificare di aver configurato il record MX per il dominio personalizzato. A tale scopo, vedere Impossibile ricevere messaggi di posta elettronica.
  2. Verificare che gli account utente dispongano della licenza di utilizzo di Exchange Online.
  3. Configurare gli account utente per l'utilizzo del dominio personalizzato come indirizzo di posta elettronica. Visualizzare le impostazioni Exchange per l'utente e verificare che per il dominio personalizzato sia disponibile un indirizzo di posta elettronica. Se non presente, è possibile aggiungere l'indirizzo di posta elettronica. Un utente può disporre di più indirizzi di posta elettronica, ma configurarne solo uno come indirizzo principale. Ulteriori informazioni sulla gestione delle casette postali utente.

Altre risorse