È possibile aggiungere il proprio nome di dominio personalizzato a Office 365 e utilizzarlo per personalizzare nomi utente, indirizzi di posta elettronica e siti Web. Per poter utilizzare il dominio personalizzato, è necessario dimostrarne la proprietà creando un record DNS speciale. Una volta configurato il record, verrà eseguita una query per verificarne l'esistenza, dopodiché sarà possibile iniziare a lavorare.

Cause comuni di problemi relativi all'aggiunta di domini

  • Record DNS mancanti. Per poter utilizzare un dominio con Office 365, è necessario creare un record DNS speciale che consenta di verificarne la proprietà dell'utente. Per i clienti di piccole imprese che intendono reindirizzare la manutenzione DNS in Office 365, questo record deve essere creato prima di modificare il record server dei nomi (NS).
  • Dominio già in uso. Un dominio personalizzato non può essere utilizzato da più di un servizio online Microsoft e lo stesso dominio non può essere utilizzato da più di un'organizzazione Office 365. Se si utilizza il nome di dominio personalizzato con un servizio come Hotmail o con un account Office 365 di prova, è necessario rimuovere il dominio dall'account per poterlo utilizzare con l'abbonamento Office 365.
  • Record in fase di aggiornamento. I record DNS vengono creati in uno specifico server dei nomi (in genere gestito dal registrar), responsabile di verificare che altri server DNS in Internet sappiano dove recuperare il dominio. La propagazione dei record in Internet può richiedere tempo. Attendere un minimo di 15 minuti e un massimo di 72 ore per la risoluzione del record di verifica.
  • Il piano non supporta sottodomini. Office 365 Small Business non supporta sottodomini. È quindi possibile aggiungere contoso.com all'organizzazione come dominio personalizzato, ma non sales.contoso.com.

Risoluzione di problemi

Impossibile aggiungere o verificare il nome di dominio personale

Prima di iniziare, verificare quanto indicato di seguito.

Una volta eseguite queste operazioni, attenersi alla procedura descritta di seguito.

  1. Accedere al portale di amministrazione come amministratore.
  2. Fare clic su Domini > Aggiungi un dominio. Seguire i passaggi indicati nella procedura guidata per specificare il nome di dominio, ottenere istruzioni per la creazione del record DNS presso il registrar e verificare il dominio.

Impossibile individuare l'hosting del dominio

Se l'organizzazione dispone già di un dominio, ma si ignora chi lo abbia configurato, seguire i passaggi indicati in questo articolo per individuare il registrar o il provider di hosting DNS.

Non si conoscono le modalità di configurazione del record di verifica del dominio

Seguire i passaggi indicati in Impossibile aggiungere o verificare il nome di dominio personale e ottenere le istruzioni per il registrar. Il record da aggiungere è visualizzato nel portale di amministrazione. Esistono due opzioni: creare un record TXT o un record MX. Alcuni registrar non supportano i record TXT, nel qual caso è necessario creare record MX. Questi record vengono utilizzati esclusivamente per dimostrare la proprietà del dominio e non reindirizzeranno la posta o eventuali altri servizi.

Altre risorse

Strumenti di diagnostica

  • OnRamp: OnRamp è particolarmente indicato per le società con un'organizzazione locale esistente in procinto di passare a Office 365. Dopo aver risposto ad alcune domande in merito a come configurare l'organizzazione, OnRamp eseguirà controlli automatici nell'ambiente per verificare la preparazione dell'organizzazione locale. Visualizzare i risultati nella categoria domains per identificare potenziali problemi con i domini esistenti.
  • Analizzatore connettività remota di Microsoft: Utilizzare i test disponibili con questo strumento per controllare i record DNS esterni per il dominio.