Benvenuto all'articolo wiki sugli aggiornamenti di servizio per Office 365 per aziende, una raccolta di informazioni sugli ultimi miglioramenti e funzionalità introdotti in Office 365.

2013:

2012:

2011:

Febbraio

Disponibilità di Rights Management Services

Rights Management Service è un nuovo servizio di Office 365 che offre protezione delle informazioni. Rights Management protegge i dati tramite crittografia, ne impedisce la divulgazione accidentale tramite policy di utilizzo e si integra facilmente con le applicazioni. RMS è incorporato in Exchange Online, SharePoint Online e Office. Maggiori informazioni sono disponibili qui tramite TechNet. RMS per Office 365 sarà ampiamente disponibile per i clienti secondo la disponibilità generale (GA). RMS è disponibile nei piani di Microsoft Office 365 E3, E4, e SKU A3 e A4.

Descrizioni del servizio Office 365

Le descrizioni del servizio Office 365 sono state pubblicate in TechNet per aiutare i clienti a comprendere le differenze tecniche tra le varie offerte di Office 365 (SKU) e i limiti o i vincoli del servizio. Forniscono inoltre brevi descrizioni delle funzionalità che aiutano i clienti a comprendere la grande portata delle funzioni del servizio offrendo collegamenti a contenuti più dettagliati sulle procedure. Le descrizioni del servizio precedenti presenti nell'area download non verranno aggiornate nel futuro ma verranno rimosse.

 

Criteri della rubrica per Exchange Online

I criteri della rubrica forniscono diverse visualizzazioni dell'elenco indirizzi globale (GAL) a sottoinsiemei di utenti all'interno della stessa organizzazione di Exchange. Questa segmentazione consente agli amministratori di ottimizzare gli elenchi di indirizzi in organizzazioni di grandi dimensioni, creando organizzazioni "virtuali" più piccole con utenti in grado di visualizzare solo i contenuti necessari. Precedentemente presente solo in Exchange Server, questa funzione sarà ora disponibile anche in Exchange Online.

Informazioni aggiuntive:
Per ulteriori informazioni sui criteri della rubrica per Exchange Online, leggere questo articolo TechNet.

Torna all'inizio

Gennaio

Nessun aggiornamento

Torna all'inizio

Dicembre

Aumento del limite di destinatari a 10.000 per Exchange Online e Office 365

In risposta ai commenti e ai suggerimenti degli utenti Microsoft, è stato aumentato il limite di destinatari nei piani di Office 365 Enterprise (E1, E2, E3, E4, K1 e K2) e per enti pubblici (G1, G2, G3 e G4) per consentire agli utenti di inviare messaggi di posta elettronica a un massimo di 10.000 destinatari al giorno. I nuovi limiti valgono anche per i piani di Exchange Online autonomo (Kiosk, Piano 1 e Piano 2). In precedenza, il limite di destinatari per gli utenti di tali piani era stato impostato su un numero massimo di 1.500 destinatari al giorno.

I limiti di destinatari hanno lo scopo di scoraggiare l'invio di grandi quantitativi di posta commerciale indesiderata, a cui si fa normalmente riferimento come spam. Tali limiti impediscono al servizio online di diventare una fonte di posta indesiderata e, di conseguenza, contribuiscono a mantenere l'integrità del flusso di messaggi di posta elettronica degli utenti’. L'aumento del limite, unito alla garanzia dello stesso livello di protezione, è stato possibile grazie ai miglioramenti del data center.

I limiti valgono sia per i messaggi di posta elettronica inviati internamente all'organizzazione che per i messaggi recapitati a organizzazioni esterne. L'utilizzo di gruppi di distribuzione per l'invio di messaggi a un numero elevato di destinatari è il modo migliore per non superare il limite di destinatari. I gruppi di distribuzione archiviati nella rubrica condivisa vengono conteggiati come singoli destinatari nell'ottica del limite del numero di destinatari.

Informazioni aggiuntive:
Per ulteriori informazioni, vedere Strategie per il supporto di posta elettronica in blocco. Per gli utenti di Office 365 con l'esigenza di inviare messaggi di posta elettronica legittimi in blocco — ad esempio, newsletter ai clienti – è consigliabile continuare a utilizzare provider di terze parti specializzati in tali servizi. Per ulteriori informazioni sui limiti di destinatari, vedere Limiti per numero di destinatari giornalieri e posta elettronica in blocco. Il cambiamento è stato possibile grazie ai commenti e suggerimenti degli utenti Microsoft. Grazie per aver condiviso con noi le vostre opinioni e continuate così!

Torna all'inizio

Novembre

Nessun aggiornamento

Torna all'inizio

Ottobre

Nuove funzionalità di Office Web Apps in SharePoint

L'ultimo aggiornamento di SharePoint Online ha introdotto nuove funzionalità di Office Web Apps: altri controlli di modifica e formattazione, supporto per la creazione condivisa in tutte le app Web e supporto esteso dei dispositivi, inclusa la modifica dai tablet.

Utilizzando le versioni basate sul Web di Word, PowerPoint, Excel e OneNote è possibile visualizzare, modificare e utilizzare i documenti Office in collaborazione con altri utenti da qualsiasi luogo. Di seguito sono illustrate le caratteristiche principali delle nuove funzionalità in ogni app Web di Office:

  • Aggiornamento di Word Web App: è possibile visualizzare grafici, immagini e layout con un'eccellente fedeltà, incluso il nuovo supporto per la visualizzazione e l'aggiunta di commenti. È possibile formattare e progettare documenti direttamente da un browser utilizzando funzionalità di uso comune di Word sul desktop, inclusi nuovi strumenti per il layout della pagina, per le immagini e per il conteggio parole. Il nuovo supporto per la creazione condivisa e l'aggiunta di commenti in Word Web App semplifica la collaborazione sul Web.

  • Aggiornamenti di Excel Web App: funzionalità essenziali per i fogli di calcolo, quali l'unione di celle, i menu di scelta rapida, le colonne che si adattano automaticamente, l'assistenza per le formule, i quadratini di riempimento e Somma automatica. È possibile manipolare e visualizzare i dati per approfondirli, con il supporto per grafici ad alta fedeltà che include visualizzazione 3D, supporto migliorato per la tabella Query e la convalida dei dati, funzionalità di filtro dati e interattività nei grafici pivot.

  • Aggiornamenti di PowerPoint Web App: le presentazioni hanno lo stesso aspetto che presentano sul desktop, con diapositive ad alta risoluzione, transizioni complete e commenti visualizzabili. La riproduzione audio e video è ora supportata, anche da un tablet o da un telefono. Il supporto della funzionalità di trascinamento semplifica la realizzazione dei layout. La possibilità di inserire immagini, applicare transizioni e animazioni, oppure di aggiungere temi predefiniti consente di realizzare elaborate presentazioni da un browser. Inoltre, il nuovo supporto per la creazione condivisa e l'aggiunta di commenti in PowerPoint Web App migliora la collaborazione nel cloud.

  • Aggiornamenti di OneNote Web App: gli utenti possono trovare tutto ciò che cercano con maggiore facilità grazie alla possibilità di effettuare la ricerca in una pagina o in una sezione. Inoltre, il nuovo supporto per la visualizzazione dell'input penna consente di accedere a un maggior numero di informazioni dal Web. È sufficiente fare clic in un punto qualsiasi della pagina per aggiungere una nota, un'immagine o un tag. Inoltre, le note possono ora essere condivise come un URL, nonché visualizzate su un telefono, un PC o un tablet tramite un browser.

Per ulteriori informazioni, consultare il seguente post di blog di Mike Morton, Group Program Manager di Office Web Applications, in cui sono descritti i futuri miglioramenti di Office Web App.

Nota: in Office 365 non sarà più supportato Internet Explorer 7 (IE7) a partire dal 1° ottobre 2012. Il prossimo aggiornamento di Office Web Apps non supporterà IE7. Consultare la pagina dei requisiti di sistema di Office 365 qui.

Sincronizzazione directory di ambito e filtraggio

Questa funzionalità offre ai clienti la possibilità di definire l'ambito degli oggetti da sincronizzare dalla directory delle attività a Office 365. Le opzioni di filtro disponibili sono basate sull'unità organizzativa, sul dominio e sugli attributi utente.

Interoperabilità con soluzioni di identità di terze parti

Microsoft ha realizzato un programma strutturato per consentire ai clienti che utilizzano soluzioni di identità (STS) convalidate di terze parti nelle proprie infrastrutture IT di adottare Office 365 e configurare la federazione. Tramite questo programma abbiamo sottoposto la federazione a test con Office 365 utilizzando le soluzioni STS, ad esempio Ping, Optimal IDM e così via. Il protocollo utilizzato per la federazione è WS* (WS-Federation e WS-Trust). Gli scenari testati (ad esempio attivo, passivo e così via) che si sono rivelati funzionanti sono stati documentati in TechNet. Queste soluzioni partner sono anche disponibili in Office 365 Marketplace.

Possibilità per gli amministratori di impostare criteri di scadenza delle password e di notifica

Nelle nostre offerte E ed A, agli amministratori viene offerta la possibilità di impostare criteri di scadenza delle password e di notifica per gli utenti. Le notifiche possono essere impostate per un periodo qualsiasi compreso tra 0 e 30 giorni prima della scadenza effettiva della password. Queste modifiche possono essere eseguite nell'interfaccia utente di amministrazione.

Visualizzazione di PDF nel browser

Siamo lieti di annunciare che da ora in poi i file PDF possono essere visualizzati direttamente dal browser senza essere scaricati sul desktop. Per installare il plug-in appropriato del browser, è necessario Adobe Reader. Una volta installato il plug-in, è possibile aprire i file PDF archiviati nella raccolta di documenti SharePoint Online oppure i PDF incorporati come allegati all'interno di elementi di un elenco direttamente nel browser.

Streaming di file MP4 di grandi dimensioni

Siamo lieti di annunciare che lo streaming dei file video MP4 archiviati nella raccolta di documenti SharePoint Online inizierà a essere molto più rapido e non sarà più necessario scaricare l'intero file. Il download completo del file causa a volte ritardi e/o buffer indesiderati. Questo nuovo miglioramento di funzionalità ottimizzerà la riproduzione dei file MP4.

Torna all'inizio

Settembre

Notifiche della scadenza delle password in Outlook

A partire da adesso Outlook 2007 e 2010 forniranno agli utenti notifiche della scadenza della password. Queste notifiche avanzate verranno mostrate in un messaggio popup entro un determinato periodo di tempo come configurabili dall'amministratore. Includeranno anche collegamenti (URL) al portale Microsoft Online da dove gli utenti potranno modificare/aggiornare la propria password. Outlook verrà chiuso se l'utente farà clic su "No". L'utente potrà sempre accedere alla casella della Posta in arrivo ma in Outlook verrà visualizzata la notifica "password necessaria" e non verranno sincronizzati altri messaggi di posta. Se la password è già scaduta, in Outlook lampeggerà un messaggio di errore.

Schermate aggiunte alle guide di verifica dei domini

Per utilizzare un dominio personalizzato con Office 365, gli amministratori devono modificare i record DNS per verificare la proprietà del dominio. Il portale di Office 365 guida gli amministratori nel processo di verifica, illustrando i passaggi specifici da eseguire nei registrar più conosciuti. Nei passaggi sono state incluse le schermate che mostrano il punto esatto nel sito Web del registrar dove eseguire ciascuna attività.

Istruzioni specifiche del registrar per la creazione di record DNS

Sono ora disponibili le istruzioni dettagliate che consentono agli amministratori di Office 365 di creare record DNS nei registrar più conosciuti. In precedenza le istruzioni specifiche per i registrar erano disponibili solo per il primo passaggio della configurazione del DNS (verifica della proprietà del dominio). Adesso le istruzioni includono anche il processo completo end-to-end di configurazione di record MX, SRV, TXT e CNAME.

Informazioni aggiuntive:
Gli amministratori possono accedere alle nuove istruzioni dall'articolo della Guida Crea record DNS per Office 365

Torna all'inizio

Agosto

Supporto di Office 365 per Shibboleth

Office 365 supporta l'integrazione con Shibboleth, un'implementazione di SAML 2.0. In questo modo gli amministratori IT possono fornire l'esperienza Single Sign-On agli utenti di Active Directory utilizzando il provider di identità di Shibboleth come servizio token di sicurezza.

Informazioni aggiuntive:
Per ulteriori dettagli sull'argomento, leggere la documentazione TechNet

Torna all'inizio

Luglio

Funzionalità di eliminazione temporanea degli utenti

Gli amministratori di Office 365 hanno la facoltà di ripristinare gli utenti eliminati da un elenco semplificato entro 30 giorni dall'eliminazione. È una novità importante, poiché consente una facile gestione di scenari quali l'eliminazione accidentale di un utente o la riassunzione di un dipendente da parte dell'amministratore di Office 365.

Informazioni aggiuntive:
Per ulteriori dettagli sull'eliminazione o il ripristino di utenti con un account Microsoft Office 365 per aziende, vedere l'articolo Eliminazione o ripristino degli utenti

Miglioramento della sincronizzazione del nome utente con SharePoint Online

Potrebbero essere presenti caratteri aggiuntivi che mostrano prima del nome la posizione in cui è visualizzato sui vari siti di SharePoint Online (sito personale, siti del team, portale aziendale e così via); spesso i caratteri hanno il seguente formato: i:0#f|membership. Grazie al miglioramento della sincronizzazione del nome utente, aumenta la probabilità di visualizzare il nome di un utente senza caratteri aggiuntivi.

Lync-to-phone*

Gli utenti Lync-to-phone possono effettuare e ricevere chiamate telefoniche a qualsiasi numero dal proprio laptop o smartphone tramite un servizio chiamate acquistato separatamente da un partner qualificato. Jajah, una consociata di Telefonica, è il primo partner disponibile. Lync-to-phone non si limita alle semplici telefonate, ma consente agli utenti di sperimentare il vantaggio di un unico numero di telefono utilizzabile per lavoro su laptop, smartphone e tablet (tramite client Lync su tali dispositivi). Con Lync-to-phone, le chiamate diventano parte integrante di un'esperienza di comunicazione unificata accanto a messaggi istantanei, presenza, videochiamate e conferenze Web.
*Questo aggiornamento sarà inizialmente disponibile solo per i clienti di Stati Uniti e Regno Unito.

Informazioni aggiuntive:
Per saperne di più, consultare l'articolo della Guida Connettere Lync Online alla rete telefonica
Torna all'inizio

Giugno

Lync 2010 per iPad 1.5

Lync 2010 per client mobile iPad è stato aggiornato per fornire funzionalità di collaborazione nelle riunioni Lync. Questo aggiornamento consente a Lync 2010 per utenti iPad di visualizzare le presentazioni Microsoft PowerPoint caricate in una riunione Lync pianificata, visualizzare l'elenco dei partecipanti alla riunione e ricevere notifiche su altri tipi di contenuto condivisi durante la riunione. L'aggiornamento è disponibile nell'archivio delle app iTunes.

Disponibilità globale di Office 365: 46 nuovi paesi

Office 365 è attualmente disponibile in commercio in 46 nuovi paesi: Algeria, Argentina, Azerbaigian, Bahrein, Bielorussia, Bulgaria, Croazia, Repubblica Dominicana, Ecuador, Egitto, El Salvador, Estonia, Guatemala, Islanda, Indonesia, Giordania, Kazakhistan, Kenya, Kuwait, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Repubblica ex Jugoslava di Macedonia, Malta, Montenegro, Marocco, Nigeria, Oman, Pakistan, Panama, Paraguay, Qatar, Arabia Saudita, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Sudafrica, Sri Lanka, Taiwan, Tailandia, Tunisia, Turchia, Emirati Arabi Uniti, Ucraina, Uruguay e Venezuela.

Disponibilità globale di Office 365: 11 nuove lingue

È stato aggiunto il supporto linguistico per bulgaro, croato, estone, lettone, lituano, serbo (alfabeto latino), slovacco, sloveno, tailandese, turco e ucraino.

L'interfaccia utente della ricerca in più cassette postali di Exchange supporta attualmente più di 5.000 ricerche nelle cassette postali

Il numero massimo di ricerche nelle cassette postali è stato aumentato da 50 a 5.000 cassette postali sia per l'interfaccia utente della ricerca in più cassette postali che per la ricerca in "nuove cassette postali" in PowerShell. La funzionalità di "ricerca nella cassetta postale" continuerà senza alcun limite massimo per le ricerche in cassette postali in Exchange Online.

Informazioni aggiuntive:
Per saperne di più, consultare l'articolo della Guida Creazione di una nuova ricerca in più cassette postali
Torna all'inizio

Maggio

Il servizio Office 365 ha ottenuto la certificazione FISMA

Office 365 ha ottenuto l'Authority to Operate (ATO), la conferma dell'avvenuta certificazione FISMA (Federal Information Security Management Act), dal Broadcasting Board of Governors, creando un processo in base al quale le agenzie federali certificano e accreditano la sicurezza dei sistemi di gestione delle informazioni.

Torna all'inizio

Aprile

Nessun aggiornamento

Torna all'inizio

Marzo

Strumento per cassette postali condivise di Office 365

Ora è possibile creare e configurare cassette postali condivise utilizzando il nuovo strumento per cassette postali condivise di Office 365 basato su GUI. Per farlo, è sufficiente scaricare lo strumento per le cassette postali di Office 365, creare un gruppo di sicurezza, aggiungere membri a quest'ultimo ed eseguire lo strumento al fine di creare e configurare una cassetta postale condivisa. In precedenza, per creare e configurare cassette postali condivise era necessario PowerShell.

Aggiornamento dell'Assistente per la distribuzione di Exchange Server, inclusa la Configurazione ibrida guidata di Exchange*

L'Assistente per la distribuzione di Exchange Server (ExDeploy) è stato aggiornato in modo da includervi il supporto per la configurazione di distribuzioni ibride tramite la Configurazione ibrida guidata di Exchange 2010 SP2. L'aggiunta di questo primo scenario è incentrata sulle organizzazioni con distribuzioni ibride di Exchange 2003 e include nuova documentazione, diagrammi ed elenchi di controllo, con circa 50 operazioni manuali in meno.
*Gli aggiornamenti completi dell'Assistente per la distribuzione di Exchange Server per Exchange 2007 ed Exchange 2010 saranno presumibilmente disponibili entro la fine di giugno 2012.

Language Pack multi-tenant per la sottoscrizione Office

La nuova possibilità di scaricare gratuitamente i pacchetti multi-lingue per la propria sottoscrizione rende più semplice per i clienti usufruire della sottoscrizione Office nella lingua che preferiscono. Inoltre, i clienti possono ridurre il sovraccarico di rete e i tempi necessari agli utenti per eseguire l'installazione. Cercare il collegamento "Scarica i Language Pack" nella sezione Risorse della pagina Download.

Supporto delle connessioni POP e IMAP ad Outlook 2003 in Office 365

Office 365 attualmente supporta le connessioni ad Outlook 2003 tramite POP e IMAP. Tuttavia, i clienti che si connettono ad Outlook 2003 tramite POP o IMAP andranno incontro alle seguenti restrizioni: nessun supporto per il calendario, assenza di informazioni sulla disponibilità, nessun elenco indirizzi globale né posta elettronica push. Inoltre, durante la connessione tramite POP, tutti i messaggi verranno scaricati nel client e non verrà eseguita alcuna sincronizzazione tra più computer o dispositivi (ad esempio, tra portatile e cellulare).

Aggiunta di Exchange ActiveSync (EAS) per telefoni cellulari nel piano chiosco Exchange Online*

Gli utenti di chiosco Exchange Online possono utilizzare qualsiasi smartphone che supporti Exchange ActiveSync, incluso Windows Phone, iPhone, cellulari Android e Nokia (Symbian). Tuttavia, gli utenti che desiderano il supporto per Exchange ActiveSync su dispositivi tablet, quali iPad o tablet Android, dovranno eseguire l'aggiornamento a uno SKU che include Exchange Plan 1 o 2. Il prezzo della soluzione chiosco Exchange Online non subirà variazioni.
*Questo aggiornamento verrà distribuito ai clienti nell'arco dei prossimi mesi, presumibilmente entro giugno 2012.

Lo spazio di archiviazione della posta elettronica della soluzione chiosco Exchange Online è stato aumentato da 500 MB a 1 GB*

Grazie ai costi di archiviazione contenuti, il limite delle cassette postali del piano chiosco Exchange Online è stato aumentato da 500 MB a 1 GB. Il prezzo della soluzione chiosco Exchange Online non subirà variazioni.
*Questo aggiornamento verrà distribuito ai clienti nell'arco dei prossimi mesi, presumibilmente entro giugno 2012.

Torna all'inizio

Febbraio

Aumento del limite della quota di archiviazione per i clienti con più di 10.500 postazioni

Attualmente i clienti con più di 10.500 postazioni possono utilizzare fino a 25 TB di dati, rispetto ai precedenti 5 TB. Un simile aumento equivale a una tenancy con 55.000 postazioni.

Ticket di servizio per limiti superiori di regole di trasporto

Ora gli amministratori delle organizzazioni possono inviare un ticket di servizio per ottenere regole di trasporto per limiti di tenant e destinatari che possano essere aggiunti per mezzo di regole di trasporto superiori a 100.

Miglioramento della funzionalità di ripristino delle raccolte siti di SharePoint in SharePoint Online

Ora i clienti Enterprise possono ripristinare intere raccolte siti con pochi clic. L'importanza di questo miglioramento all'Interfaccia di amministrazione di SharePoint Online risiede nella possibilità di ripristinare agevolmente le eliminazioni accidentali.

Aumento della sincronizzazione della directory a livello aziendale in SharePoint Online

Microsoft ha incrementato il limite di sincronizzazione della directory in Office 365 in modo da accontentare i clienti di qualsiasi dimensione, il che significa che ora le grandi aziende con numerosi utenti possono effettuare il provisioning del servizio SharePoint Online.

Migliore supporto PDF in SharePoint Online

Ora è possibile aprire i file PDF direttamente in Adobe Reader, senza prima scaricarli nel PC. Il file PDF rimane connesso e memorizzato nella raccolta documenti di SharePoint Online durante la visualizzazione e la modifica del file.

Condivisione esterna: invito tramite indirizzo di posta elettronica aziendale*

Attualmente gli utenti esterni invitati a una raccolta siti possono eseguire l'autenticazione utilizzando il proprio indirizzo di posta elettronica aziendale. IWindows LiveID consente agli utenti esterni di associare l'indirizzo aziendale (ad esempio: utente@contoso.com) al sistema LiveID. I clienti Office 365 possono invitare i propri partner e clienti a siti di condivisione esterni utilizzando il proprio account di posta elettronica primario. Se tale indirizzo di posta elettronica è stato associato al sistema LiveID, l'utente esterno potrà effettuare l'accesso con i propri nome utente e password primari.
*Questo aggiornamento verrà distribuito ai clienti nell'arco dei prossimi mesi, presumibilmente entro maggio 2012.

Introduzione della configurazione autonoma per conservazione a fini giudiziari in PowerShell

Ora la configurazione della conservazione a fini giudiziari è una funzionalità self-service eseguibile per mezzo di PowerShell. In passato, gli amministratori IT erano costretti a inviare un ticket di servizio.

Informazioni aggiuntive:
Per saperne di più sulla conservazione per controversia legale, consultare Abilitare la conservazione per controversia legale per una cassetta postale

Torna all'inizio

Gennaio

Registrazione dei clienti Lync

Ora gli amministratori del tenant possono abilitare o disabilitare la registrazione dei clienti. Quando questa funzione è abilitata, gli utenti possono registrare conversazioni o riunioni di Microsoft Lync 2010, nonché acquisire parti delle sessioni di Lync 2010 quali audio, video, messaggi istantanei, condivisione delle applicazioni, presentazioni Microsoft PowerPoint, lavagna e sondaggi. Le registrazioni possono essere salvate nel formato Windows Media e riprodotte esattamente come hanno avuto luogo durante la conversazione o la riunione di Lync.

Miglioramenti del Pannello di controllo di Lync Online

Ora il Pannello di controllo di Lync Online consente agli amministratori di esercitare un maggiore controllo sull'ambiente di Lync Online, con la modalità di privacy della presenza, le notifiche su cellulare e le impostazioni di conferenza telefonica con accesso esterno.

Conformità SSAE 16 (Statements on Standards for Attestation Engagement)

L'AICPA (American Institute of Certified Public Accountants) ha sostituito lo standard SAS70 con SSAE16.

Acquisizione dei file PST di Microsoft Exchange

La nuova funzione di acquisizione dei file PST consente agli utenti di rintracciare i file della cartella personale di Outlook (.pst) e quindi di importarli in Exchange Server ed Exchange Online. Grazie all'acquisizione dei file PST, le organizzazioni potranno beneficiare di un maggiore controllo sui repository dei dati di posta elettronica, archiviandoli in Exchange. Con la possibilità di installare gli agenti di acquisizione dei file PST nei computer di destinazione, gli amministratori sono ora in grado di stabilire la posizione dei file .pst e il relativo proprietario tramite la console di acquisizione dei file PST. Dopodiché, i file potranno essere importati direttamente nella cassetta postale primaria o di archivio associata.

Research In Motion BlackBerry Business Cloud Services (BBCS) per Microsoft Office 365

I BlackBerry Business Cloud Services per Microsoft Office 365 sono ora ospitati da Research In Motion (RIM), pertanto Microsoft Exchange Online è ora esteso agli smartphone BlackBerry ed è possibile distribuire BlackBerry con gestione autonoma nel cloud. RIM BBCS offre funzionalità amministrative self-service potenti e flessibili per supportare la strategia per la gestione di BlackBerry di ogni organizzazione. I servizi sono disponibili gratuitamente per le medie imprese o le aziende attualmente iscritte alla famiglia di servizi Office 365 o alla singola soluzione Exchange Online e sono compatibili con smartphone BlackBerry su piani dati per aziende o utenti privati.

RSS per il dashboard sull'integrità dei servizi

Il nuovo feed RSS relativo al dashboard sull'integrità dei servizi fornisce agli amministratori di Office 365 l'accesso in tempo reale a informazioni sugli interventi di assistenza e gli eventi di manutenzione pianificati. Il feed RSS viene aggiornato ogniqualvolta venga aggiunto un nuovo evento o ne venga aggiornato uno esistente. Per effettuare la sottoscrizione al feed RSS, visitare la pagina Amministratore. Nel riquadro sinistro in Supporto fare clic su Integrità dei servizi. Dopodiché, fare clic sul collegamento per la sottoscrizione al feed RSS nel dashboard sull'integrità dei servizi.

Stato del dashboard sull'integrità dei sevizi a livello di cliente

La precisione dei dati forniti dal dashboard sull'integrità dei servizi è stata migliorata. Le informazioni su Lync Online ed Exchange Online pubblicate nel dashboard sull'integrità dei servizi sono ora rivolte a clienti specifici, direttamente interessati da eventi imprevisti o interventi relativi ai servizi.

Torna all'inizio

Dicembre

Microsoft Dynamics CRM Online

Il servizio Microsoft Dynamics CRM Online è ora live sulla piattaforma OSDP nei mercati Microsoft Dynamics CRM Online. Pertanto, ora clienti e partner possono gestire gli utenti e la fatturazione nel cloud all'interno di un'unica piattaforma.

Client Lync per dispositivi mobili

Microsoft ha introdotto il supporto per Lync in alcuni client per dispositivi mobili dotati di funzionalità di messaggistica istantanea, presenza, chiamate e audioconferenze accessibili con un singolo tocco accessibili da Windows Phone, iOS, Android e Nokia Symbian. Lync 2010 per Windows Phone e Lync 2010 per Android sono ora disponibili rispettivamente in Windows Phone Marketplace e Android Market. I client Lync per dispositivi mobili di altre piattaforme sono stati affidati ai rispettivi mercati per applicazioni mobili e saranno disponibili a breve.

Lync Online Web Scheduler

È ora disponibile un nuovo strumento basato sul browser per la pianificazione di riunioni online con gli adeguati ruoli e diritti di accesso.

Centro protezione aggiornato

Basandosi sui commenti e suggerimenti dei clienti, Microsoft ha semplificato il linguaggio del Centro protezione per rendere più facile la ricerca di informazioni dettagliate sulle procedure di privacy e sicurezza e sulle modalità di trattamento e protezione dei dati all'interno dei Microsoft Online Services.

Supporto delle clausole del modello UE per tutti i clienti dell'Unione Europea

Office 365 è il primo e unico importante servizio per la produttività nel cloud adeguato a livello contrattuale alle clausole del modello UE, un set di severi requisiti vigenti nell'Unione Europea in materia di protezione dei dati. Inoltre, Microsoft includerà nel contratto sull'elaborazione dei dati di Office 365 ulteriori requisiti validi per i singoli paesi membri dell'Unione Europea.

Informazioni aggiuntive:
Visitare il portale Microsoft Online Services per aggiungere questo accordo al contratto Office 365

Requisiti HIPAA/BAA (Health Insurance Portability and Accountability Act)

Office 365 è conforme ai requisiti di sicurezza per soci per affari sanciti dall'Health Insurance Portability and Accountability Act (HIPAA), una normativa statunitense che impone alle organizzazioni del settore sanitario l'obbligo di proteggere le informazioni personali sulla salute dei pazienti. Inoltre, Microsoft intende sottoscrivere contratti di società per affari con i clienti titolari di contratti Enterprise Agreement.

Configurazione ibrida guidata di Exchange

Questa nuova procedura guidata semplifica il processo di distribuzione ibrida facilitando la configurazione di funzionalità e servizi Exchange Online, quali condivisione di calendario e informazioni sulla disponibilità, trasferimenti di cassette postali, flusso sicuro della posta elettronica e Archiviazione Exchange Online.

Miglioramenti alla migrazione della posta elettronica di Exchange*

Due miglioramenti introdotti nelle funzionalità di migrazione garantiranno migrazioni più efficienti.

  1. Migliori capacità di gestione: il nuovo dashboard per la migrazione di Exchange Online migliora l'efficienza amministrativa in caso di migrazione di Exchange di tipo "cutover", in fasi o IMAP. Gli amministratori tenant possono pianificare più batch di migrazione, conoscere lo stato di ciascuno, visualizzare le informazioni di ogni utente e controllare gli elementi ignorati. Inoltre, gli strumenti di reporting e diagnosi potenziati migliorano l'esperienza di risoluzione dei problemi.
  2. Numero di migrazioni simultanee: ora gli amministratori possono utilizzare Exchange Management Shell per aumentare fino a 50 il valore di un batch di migrazione.

*Questo aggiornamento verrà distribuito ai clienti nell'arco dei prossimi mesi, presumibilmente entro giugno 2012.

Informazioni aggiuntive:
Per informazioni più dettagliate sulla migrazione della posta elettronica, consultare l'articolo Panoramica della migrazione della posta elettronica

Miglioramenti alla ricerca in più cassette postali di Exchange*

Ora gli utenti possono visualizzare l'anteprima di messaggi e statistiche di ogni query in una finestra distinta. Le prestazioni di ricerca sono altresì migliorate con un minore impatto degli errori di query ritentate, così come sono stati migliorati gli aspetti di scalabilità e disponibilità.
*Questo aggiornamento verrà distribuito ai clienti nell'arco dei prossimi mesi, presumibilmente entro giugno 2012.

Informazioni aggiuntive:
Per informazioni più dettagliate sulla ricerca in più cassette postali, consultare l'articolo della Guida Ricerche in più cassette postali

Gestione dei contrassegni e criteri di conservazione di Exchange*

Le impostazioni di conservazione delle cassette postali sono state migliorate in modo da semplificare la gestione delle cassette postali degli utenti aziendali. Attualmente gli utenti possono creare e gestire contrassegni e criteri di conservazione utilizzando le impostazioni di controllo della posta elettronica nel Pannello di controllo di Exchange.
*Questo aggiornamento verrà distribuito ai clienti nell'arco dei prossimi mesi, presumibilmente entro giugno 2012.

Informazioni aggiuntive:
Per informazioni più dettagliate sui criteri di conservazione, consultare l'articolo della Guida Configurazione e gestione dei criteri di conservazione in Exchange Online

Criteri di denominazione dei gruppi di Exchange*

Ora gli amministratori possono standardizzare e gestire i nomi dei gruppi di distribuzione, o gruppi pubblici, creati dagli utenti aziendali. È possibile richiedere di aggiungere specifici prefissi e suffissi ai nomi dei gruppi di distribuzione creati, nonché bloccare l'utilizzo di determinate parole. In tal modo è possibile ridurre al minimo l'utilizzo di parole inappropriate nei nomi dei gruppi.
*Questo aggiornamento verrà distribuito ai clienti nell'arco dei prossimi mesi, presumibilmente entro giugno 2012.

Informazioni aggiuntive:
Per informazioni più dettagliate sulla configurazione di criteri di denominazione dei gruppi, consultare l'articolo della Guida Creare criteri di denominazione per i gruppi di distribuzione

Miglioramenti all'architettura di Exchange con disponibilità elevata*

L'architettura con disponibilità elevata di Exchange Online è stata estesa a ulteriori siti, per assicurare maggior resilienza in caso di errori della rete. Amministratori e utenti finali potrebbero notare modifiche ai nomi dei server negli URL e nelle impostazioni del protocollo, che comunque non dovrebbero influire sui segnalibri di Outlook Web App. La connessione di dispositivi e applicazioni client, inclusi quelli configurati per la connessione diretta agli indirizzi server, verrà automaticamente reindirizzata al momento della migrazione della cassetta postale al software aggiornato. I pochissimi dispositivi mobili non perfettamente compatibili potrebbero richiedere la riconfigurazione per la connessione a un indirizzo pod modificato.
*Questo aggiornamento verrà distribuito ai clienti nell'arco dei prossimi mesi, presumibilmente entro giugno 2012.

Informazioni aggiuntive:
Per informazioni sulle procedure di connessione, consultare l'articolo della Guida Installazione guidata del telefono cellulare

Modalità applicazione Outlook Web App in Internet Explorer 9*

Ora è possibile aggiungere Outlook Web App alla barra delle applicazioni, utilizzando la modalità applicazione di Internet Explorer 9. In questo modo, gli utenti possono avviare Outlook Web App con un singolo clic ed eseguirlo con meno distrazioni, poiché è separato da altre sessioni di esplorazione. Inoltre, gli utenti continuano a ricevere le notifiche di posta in arrivo e messaggistica istantanea anche quando il programma è nascosto o ridotto a icona, oltre a poter accedere rapidamente ai più comuni comandi di Outlook Web App direttamente dalla barra delle applicazioni.
*Questo aggiornamento verrà distribuito ai clienti nell'arco dei prossimi mesi, presumibilmente entro giugno 2012.

Foto del mittente in Outlook Web App*

Ora gli utenti possono associare i volti e i nomi del personale aziendale grazie alla visualizzazione di foto nei messaggi di posta elettronica, accanto alle informazioni sul mittente. La visualizzazione delle foto è abilitata per impostazione predefinita, ma gli amministratori possono disabilitarla modificando i criteri delle impostazioni della cassetta postale di Outlook Web App.
*Questo aggiornamento verrà distribuito ai clienti nell'arco dei prossimi mesi, presumibilmente entro giugno 2012.

Aggiornamento autonomo del nome utente per gli amministratori

Ora gli utenti amministratori possono aggiornare il proprio alias in seguito all'aggiunta di un dominio. In passato, gli amministratori dovevano farsi assistere da un altro utente amministratore per eseguire questa modifica oppure dovevano creare appositamente un utente amministratore qualora ne esistesse uno solo. Attualmente, invece, per eseguire questa attività è possibile effettuare l'accesso a Office 365 e visitare l'esperienza di gestione degli utenti. Selezionare il proprio nome utente e fare clic su Modifica. Nella pagina che verrà visualizzata, modificare il proprio nome utente da nomeutente@società.onmicrosoft.com a nomeutente@società.com. Dopo aver fatto clic su Salva, per rendere effettiva la modifica sarà necessario disconnettersi ed effettuare nuovamente l'accesso.

Il moniker ID Microsoft Online Services diventa ID utente

Il testo "ID Microsoft Online Services" (ID MOS) presente nel prodotto e sulle pagine di iscrizione è stato modificato in "ID utente" con il proposito di evitare confusione riguardo al concetto di ID MOS.

Torna all'inizio

Novembre

Espansione globale di Office 365: 22 nuovi paesi

Le versioni di valutazione di Office 365 sono attualmente disponibili in 22 nuovi paesi: Argentina, Bulgaria, Croazia, Egitto, Estonia, Islanda, Indonesia Kuwait, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Malta, Qatar, Arabia Saudita, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Sudafrica, Taiwan, Turchia e Ucraina ed Emirati Arabi Uniti.

Espansione globale di Office 365: Russia e Corea

In passato, in Russia e in Corea le versioni di valutazione e a pagamento di Office 365 erano disponibili solo sotto forma di contratti per grandi aziende o tramite i partner Microsoft. Ora, entrambe le versioni sono disponibili direttamente da Microsoft.

Reimpostazione autonoma della password di amministratore

Ora gli amministratori possono reimpostare la propria password tramite un messaggio di testo (SMS) e un indirizzo di posta elettronica alternativo. Per poter effettuare correttamente l'operazione, è necessario aver fornito un numero di telefono al quale ricevere il messaggio di testo (SMS), oltre a un indirizzo di posta elettronica alternativo, diverso da quello utilizzato per Office 365. (Se non si riesce ad accedere all'account di Office 365, non sarà possibile recuperare il messaggio di posta elettronica inviato a tale indirizzo.) Se non si è già provveduto a specificare queste informazioni, fare clic su Amministratore per visitare l'area di gestione degli utenti, quindi fare clic su Utenti in Gestione e immettere l'indirizzo di posta elettronica nella casella Indirizzo di posta elettronica alternativo della scheda Impostazioni. Nella casella Cellulare della scheda Proprietà immettere invece il numero di telefono cellulare.

Trasferimento dell'origine di autorità

Questo aggiornamento consente agli amministratori di Office 365 di disattivare e riattivare la sincronizzazione della directory per passare dalla gestione locale alla gestione nel cloud, e viceversa, della principale fonte di informazioni degli utenti. In passato, quando i clienti utilizzavano la migrazione guidata di Office 365 per attivare la sincronizzazione della directory allo scopo di sincronizzare i dati degli utenti con il cloud, per poter tornare a gestire i dati degli utenti con il servizio Active Directory locale erano costretti a contattare il supporto.

Client Lync per Mac

I clienti che possiedono Office per Mac 2011 Standard e dispongono dei diritti di utilizzo di Lync per Mac 2011 possono ora scaricare Lync per Mac dalla sezione dedicata ai download di Office 365. Con Lync per Mac 2011, gli utenti Mac possono controllare la presenza online dei propri colleghi mentre utilizzano Outlook o collaborano a documenti di Office. Inoltre, gli utenti possono inviare rapidamente messaggi istantanei, avviare una conversazione video o pianificare riunioni online dall'ambiente Outlook per Mac 2011.

Informazioni aggiuntive:
Per saperne di più sulle licenze di Lync per Mac visitare questa pagina

Unificazione delle pagine dei download per Mac

I download per Mac sono ora disponibili in un'unica pagina, per offrire agli utenti Mac una posizione centrale da cui scaricare il software di configurazione desktop Office per Mac e Lync per Mac 2011. Per ottenere questi download, è sufficiente accedere all'account di Office 365 e visitare la sezione download.

Aggiunta del supporto ufficiale per OS X Lion

In Office 365 è stato introdotto il supporto per il sistema operativo OS X Lion.

Miglioramenti dell'esperienza "Aggiungi un dominio"

Nell'esperienza Aggiungi un dominio è stata chiarita la procedura di riassegnazione della delega per il dominio e sono stati aggiunti collegamenti contestuali agli articoli pertinenti della Guida.

Miglioramenti al controllo dell'accesso al client

I controlli dell'accesso al client sono stati potenziati in modo tale da consentire agli amministratori di Office 365 di bloccare l'accesso esterno a Office 365 in base all'indirizzo IP del client esterno. Questa operazione impedisce l'accesso a qualsiasi componente esterno a Office 365: fatta eccezione per Exchange Active Sync, tutti gli altri client, come Outlook, vengono bloccati. Tale eccezione riguarda anche le applicazioni passive basate su browser, come Outlook Web Access o SharePoint Online.

Supporto tecnico relativo alla versione a 64 bit dello Strumento di sincronizzazione della directory

Per i clienti delle grandi aziende è ora disponibile la versione a 64 bit dello Strumento di sincronizzazione della directory, che utilizza Forefront Identity Manager (FIM) 2010 come motore di sincronizzazione sottostante, installato automaticamente al momento della configurazione. La versione a 64 bit dello Strumento di sincronizzazione della directory possiede le stesse funzionalità del software a 32 bit esistente, ad eccezione del servizio Active Directory a più foreste non supportato.

Strumento di supporto per la risoluzione autonoma dei problemi

Il nuovo strumento di supporto per la risoluzione autonoma dei problemi è una soluzione completa di Self-help che consente ai clienti di risolvere eventuali dubbi o problemi relativi alla famigli di servizi Office 365. Lo strumento per la risoluzione dei problemi individua i principali problemi di supporto tecnico e fornisce soluzioni immediate, in maniera tale che i clienti non dovranno interpellare la community né inoltrare ticket per la richiesta di supporto. Lo strumento include centinaia di risorse di assistenza per Office 365 (ad esempio, argomenti della Guida, articoli, video, wiki, posto di blog e così via). Man mano che ci si addentra nell'elenco di opzioni per la risoluzione dei problemi, la visualizzazione dinamica di contenuti sempre più mirati guida l'utente verso la soluzione.

Accesso a SharePoint Online per utenti esterni tramite Windows Live ID

Microsoft intende contribuire a supportare i numerosi scenari di collaborazione, in particolare con utenti esterni alla propria organizzazione, quali fornitori, partner aziendali di fiducia e clienti. I nuovi scenari di condivisione con ambienti esterni in SharePoint Online resi possibili da Windows LiveID consentono alle aziende di invitare utenti esterni a visualizzare, condividere e collaborare sui loro siti. Questa funzionalità è disattivata per impostazione predefinita, ma l'amministratore di SharePoint Online può abilitare la condivisione esterna per l'intera società. Dopodiché, i proprietari delle singole raccolte siti possono decidere se sfruttare o meno la condivisione a livello esterno. Ogni cliente di Office 365 SharePoint Online a livello di tenant (non di sottoscrizione) dispone di 50 licenze PAL (Partner Access Licenses) utilizzabili per la condivisione esterna. Al momento, i clienti non sono obbligati a ottenere ulteriori licenze PAL per la condivisione esterna con oltre 50 utenti e fino al prossimo aggiornamento di versione del servizio possono disporre di un massimo di 1000 licenze PAL. Dopodiché, Microsoft potrebbe scegliere di introdurre il pagamento di una quota.
Nota: per effettuare l'accesso al servizio, gli utenti esterni invitati dovranno utilizzare un ID Microsoft Online Services e/o Windows Live ID, ovvero nomi utente @Live.com, @Hotmail.com e @MSN.com, più le derivazioni regionali dei nomi utente LiveID.

Aggiunta in SharePoint Online dei Servizi di integrazione applicativa tramite endpoint WCF

I Servizi di integrazione applicativa di SharePoint Online permettono ai clienti di connettersi a origini dati esterne tramite gli endpoint dei servizi Web di Windows Communication Foundation (WCF) sia in modalità di lettura che in quella di scrittura. Queste origini dati sono spesso applicazioni line-of-business (LoB) che risiedono al di là dei firewall del cliente o che stanno subendo la transizione al cloud, come SQL Azure. Ora SharePoint supporta colonne di dati ed elenchi esterni, il servizio Business Data Catalogue (BDC) per connettori WCF e il servizio di archiviazione sicura partizionato nell'interfaccia di amministrazione di SharePoint Online del cliente (a livello del tenant). Al momento, alcuni componenti dei Servizi di integrazione applicativa non sono supportati, tra cui la ricerca di dati esterni, l'integrazione rich client, le pagine dei profili e la connettività diretta a SQL Azure senza endpoint WCF.

Miglioramento della funzionalità di ripristino dei siti SharePoint in SharePoint Online

Ora i clienti delle grandi aziende possono ripristinare interi siti secondari. Di conseguenza, non dovranno più contattare il supporto di Office 365 per richiedere di effettuare il ripristino.

Supporto per IE 9 e Chrome in SharePoint Online

Accanto alle precedenti versioni di Internet Explorer e Firefox, ora SharePoint Online supporta ufficialmente Internet Explorer 9 e Chrome. Gli utenti possono dunque avviare il browser che preferiscono e visitare il sito del team di SharePoint Online o il sito Intranet aziendale desiderato, utilizzare le applicazioni Office Web Apps e molto altro ancora.

Espansione globale di Office 365: Brasile

Dall'8 novembre 2011, le versioni di valutazione e a pagamento di Office 365 sono disponibili in Brasile.

Espansione globale di Office 365: supporto per nuove lingue

È stato aggiunto il supporto per la lingua portoghese (Portogallo).

Torna all'inizio

Ottobre

Miglioramenti agli account connessi di Exchange Online

Al momento, gli utenti che dispongono di account connessi possono sincronizzare le proprie cassette postali in Outlook Web App (OWA) facendo semplicemente clic sul pulsante Aggiorna. La frequenza di sincronizzazione delle cassette postali durante una sessione di OWA attiva è stata aumentata. Inoltre, le cassette postali degli utenti vengono sincronizzate automaticamente al momento stesso dell'accesso ad OWA.

Miglioramenti alle applicazioni Office Web Apps

Microsoft è lieta di presentare agli utenti i numerosi miglioramenti alle familiari applicazioni Microsoft Office Web Apps, tra cui:

  • Supporto per ODF possibilità di visualizzare e modificare documenti ODF 1.1 in Office Web Apps
  • Supporto per nuovi browser: possibilità di accedere alle applicazioni Office Web Apps tramite Chrome e IE9 in modalità nativa
  • Stampa da editor: possibilità di stampare documenti di Word dalla modalità di modifica, oltre che dalla modalità di visualizzazione
  • Supporto per Excel: possibilità di inserire grafici da Excel Web App
  • Copia e incolla in Excel: possibilità di copiare e incollare valori e formule mediante trascinamento del quadratino di riempimento
  • Ulteriori capacità di stampa: possibilità di stampare presentazioni direttamente da PowerPoint Web App
  • Modifica di testo in più forme: possibilità di modificare il testo in più forme, anziché solo in forme di segnaposto
  • Opzioni dei temi migliorate: possibilità di scegliere un tema per la presentazione durante la creazione di un nuovo documento
  • Supporto per immagini ClipArt: possibilità di inserire immagini ClipArt dall'ambiente PowerPoint Web App

Anteprima degli allegati di Outlook Web App grazie ai miglioramenti alle applicazioni Office Web Apps

Ora le applicazioni Office Web Apps sono integrate nell'esperienza Outlook Web App di visualizzazione in anteprima di allegati quali documenti Microsoft Word, fogli di calcolo Microsoft Excel® e presentazioni Microsoft PowerPoint®. Quando è attiva la visualizzazione in anteprima di allegati Office Web App, accanto al tipo di documento Outlook Web App sarà disponibile il collegamento Apri nel browser. Facendo clic sul collegamento, l'utente potrà aprire il documento allegato utilizzando le applicazioni Office Web Apps per ottenere un'anteprima altamente fedele del documento di Office in una finestra del browser.

Torna all'inizio

Da giugno a settembre

Possibilità di connettersi a raccolte di elenchi e documenti tramite SharePoint Online con l'aggiornamento Windows Phone 7.5 "Mango"

Con Windows Phone 7.5 (nome in codice "Mango"), i clienti Office 365 di piccole imprese e grandi aziende possono accedere alle raccolte di elenchi e documenti di SharePoint Online tramite Windows Phone.

Espansione globale di Office 365: Cile

Dal 7 settembre 2011, le versioni di valutazione e a pagamento di Office 365 sono disponibili in Cile.

Disponibilità globale di Office 365

Office 365 è inizialmente disponibile in 38 paesi: Australia, Austria, Belgio, Canada, Cipro, Colombia, Costa Rica, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Hong Kong - R.A.S., India, Irlanda, Israele, Italia, Lussemburgo, Malaysia, Messico, Norvegia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Perù, Polonia, Portogallo, Portorico, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Singapore, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Trinidad e Tobago, Ungheria.

Torna all'inizio